fbpx

Tornano le giornate FAI di primavera 2022, i luoghi più belli d’Italia aprono al pubblico

Sabato 26 e domenica 27 marzo tornano le Giornate FAI di Primavera

Tornano le giornate FAI di primavera
Parco di Villa Asquer in Sardegna / Villa Asquer – FA

Un weekend per riconnettersi con la storia e la cultura dell’Italia

Tornano le giornate FAI di primavera. Sabato 26 e domenica 27 marzo tornano le Giornate FAI di Primavera. Sono il più importante evento di piazza, dedicato al patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese. Oltre 700 luoghi solitamente inaccessibili o poco conosciuti in 400 città sparse lungo tutto lo Stivale saranno visitabili a contributo libero.

Un weekend per riconnettersi con la storia e la cultura dell’Italia, che permetterà ai visitatori di sentirsi parte dei territori in cui vivono. E di cui spesso non conoscono appieno la bellezza e il valore. Verranno aperti ville e palazzi storici, aree archeologiche, chiese di grande valore architettonico o storico-artistico, esempi di archeologia industriale, castelli, biblioteche, collezioni d’arte e musei.

Non mancheranno itinerari nei borghi alla scoperta di angoli meno noti del paesaggio italiano, dove si conservano tesori nascosti e si tramandano antiche tradizioni E visite didattiche in parchi urbani, orti botanici, giardini storici e cortili, che nascono dall’impegno messo in campo dalla Fondazione per la diffusione di una più ampia “cultura della natura”.

Aprirà le porte, a Roma, il Casino dell’Aurora Ludovisi, costruito a fine Cinquecento, che deve il nome allo straordinario soffitto affrescato da Guercino nel 1621. Conserva innumerevoli sale riccamente decorate. E’ raramente accessibile perché’ proprietà privata.

Tornano le giornate FAI di primavera
Casino dell’Aurora, Roma / Giovanni Formosa – FAI

Palazzo Corsini e Collegio Romano

Tornano le giornate FAI di primavera. Si visiteranno anche il settecentesco Palazzo Corsini, sede dell’Accademia dei Lincei. La più antica accademia scientifica al mondo, fondata nel 1603 e il Collegio Romano, sede del Ministero della Cultura, edificato tra 1581 e 1584 come scuola della Compagnia di Gesù e che conserva intatta nella Sala della Crociera. 

Tornano le giornate FAI di primavera
Palazzo del Collegio Romano, Roma / BiASA, Istituto Vive

Venezia Biblioteca di Archeologia e Storia dell’Arte

Tornano le giornate FAI di primavera. Oggi è una sezione distaccata della Biblioteca di Archeologia e Storia dell’Arte dell’Istituto VIVE Vittoriano e Palazzo Venezia, l’atmosfera raccolta della Biblioteca Major dell’Ordine.

Tornano le giornate FAI di primavera
Accademia dei Lincei a Palazzo Corsini, Roma / Giovanni Formosa – FAI

Vendi e affitta a Lecce e provincia, nel Salento con immobiliareguida.it


Chiesa dei Santi Sergio e Bacco

Tornano le giornate FAI di primavera. Sabato 26 marzo sarà aperta alle visite la Chiesa dei Santi Sergio e Bacco. Piccola e antica chiesa affacciata su piazza Madonna dei Monti, oggi sede dell’Esarcato Apostolico per i fedeli cattolici ucraini di rito bizantino residenti in Italia.

Tornano le giornate FAI di primavera
Palazzo dell’INPS in piazza Missori, Milano / INPS

Milano l’imponente Palazzo INPS

Tornano le giornate FAI di primavera. In Lombardia, a Milano l’imponente Palazzo INPS. Costruito tra 1929 e 1931 su progetto dell’architetto Marcello Piacentini e riaperto dopo una campagna di restauri nel 2021, di cui si potranno vedere spazi preclusi al pubblico, come il monumentale scalone elicoidale e la Sala Riunioni del primo piano, e a Cornate d’Adda (MB) la Centrale Bertini, costruita lungo il fiume Adda nel 1898, all’epoca il più potente impianto idroelettrico in Europa.

Impianto idroelettrico Bertini, Cornate d’Adda (MB) / Edison Media Center

Genova  Castello Mackenzie

Tornano le giornate FAI di primavera. A Genova riaprirà l’estroso Castello Mackenzie. Costruito a fine Ottocento dall’architetto Gino Coppedè in stile neogotico e neorinascimentale, tra le visite più apprezzate delle Giornate FAI di Primavera 2021.

Castello Mackenzie, Genova / Cambi Casa d’Aste

Parma il Parco della Musica

Tornano le giornate FAI di primavera. A Parma il Parco della Musica. Virtuoso esempio di riconversione di un complesso industriale, con l’auditorium realizzato da Renzo Piano. La Farmacia di San Filippo Neri, ubicata nell’antica sede della Congregazione della Carità. Nata a inizio Cinquecento, ed è promotrice del primo servizio sanitario territoriale della città.

Tornano le giornate FAI di primavera
Parco della Musica, Parma / Paolo Panzera – FAI

Firenze la Villa Medicea di Careggi

Tornano le giornate FAI di primavera. In Toscana, a Firenze la Villa Medicea di Careggi. Costruita da Michelozzo per volere di Cosimo il Vecchio nel Quattrocento; dimora d’elezione di Lorenzo il Magnifico, è di proprietà di Regione Toscana e ora al centro di un piano di recupero. A Siena, Palazzo Bichi Ruspoli, dove la veste gotica lascia spazio all’interno a un raffinato ciclo decorativo di fine Settecento.

Tornano le giornate FAI di primavera
Villa Medicea di Careggi, Firenze / Regione Toscana

Gestione completa case vacanza nel Salento, Lecce e provincia con salentoit.it


Montecassiano borgo tardomedievale

Montecassiano (MC), borgo dal compatto tessuto urbano tardomedievale, immerso in un paesaggio di campagna; tra i luoghi visitabili la Collegiata, con la grande pala d’altare in terracotta invetriata e dipinta di fra’ Matteo della Robbia.

Tornano le giornate FAI di primavera
Abbazia di San Cassiano, Montecassiano (MC) / Katia Camplone

Palermo Villino Ida

Palermo visite al Villino Ida che è stato realizzato dal maestro del liberty Ernesto Basile nel 1903 come propria casa studio, ora è sede dell’Unità bibliografica della Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali. E al “Bunkerino” nel Palazzo di Giustizia, museo dedicato alla memoria di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, di cui ricorrono 30 anni dalla morte.

Nei dintorni di Narni (TR) l’Abbazia di San Cassiano permetterà un suggestivo itinerario tra natura incontaminata e architettura medievale.

Tornano le giornate FAI di primavera
Palazzo Bichi Ruspoli / Lensini

0 Comments

Commenta